Sei un'azienda o un privato?
Acquisto telefonico & consulenza gratuitaphone-call0471 1775260Lu-Ve, 8-19
AziendaPrivatoAziendaPrivato
user
shopping

Vini sempre alla giusta temperatura per Hotel, Bar, Ristoranti

Ancora 25 prodotti con il filtro Glacette

Glacette professionali per bottiglie

VEGA Champagner-Wanne Rancho

La temperatura del vino è alla base non solo di una degustazione ottimale ma anche della buona riuscita di un pranzo o di una cena. Sia i rossi che i bianchi devono seguire particolari regole di servizio al fine di evitare che il gioco della temperatura ne alteri le caratteristiche organolettiche. L'equilibrio tra la durezza e la morbidezza tenderà a mettere in evidenza le spigolature. Il problema sorge, soprattutto, per i vini bianchi che soffrono la calura estiva. Servire un bianco ad alta temperatura sarebbe un errore gravissimo. Per ovviare al problema puoi utilizzare una glacette o un secchiello per il ghiaccio: due accessori che non servono solo ad abbellire la tavola ma anche ad assolvere l'importante funzione di gustare un vino alla giusta temperatura.

Come si usa la glacette per raffreddare il vino

Vini bianchi frizzanti, champagne, spumante: per assaporarli nel modo giusto, è impossibile rinunciare ad un’elegante e raffinata glacette. Oltre ad essere davvero funzionale diventa un elemento di design capace di calamitare l’attenzione degli clienti a tavola. Soprattutto d'estate, la glacette diventa protegonista della mise en place più colorata, nonchè alleato ideale irrinunciabile nei momenti di convivialità.

L’intercapedine tra le due pareti della glacette fornisce un sufficiente isolamento termico da permettere al vino di mantenere una temperatura accettabile finchè si trova a tavola. Anche se non può servire a raffreddare il vino, la glacette può essere un'alternativa al classico secchiello di ghiaccio

La giusta temperatura per ogni vino

Non tutti sanno che ogni vino ha una sua temperatura ideale di servizio. Quando si parla di rosso, spesso, si sente dire che non necessita di una particolare gestione in quanto va bene a temperatura ambiente.

I vini bianchi soffrono in maniera esponenziale del problema. Il bianco va gustato a temperature basse al fine di esaltarne i pregi rappresentati da freschezza e profumi. Questo aspetto riguarda anche la sua vinificazione. L'operazione, infatti, va condotta a temperature rigidamente controllate onde evitare che le sostanze responsabili del gusto e colore si ossidino.

I vini bianchi sono particolarmente delicati e devono essere serviti in apposite glacette: servirli ad alte temperature infatti, non permette di apprezzarne tutte le caratteristiche organolettiche. Questo è quanto ci si aspetta quando si serve del vino bianco o spumante durante una degustazione o una semplice cena conviviale.

Servire un vino alla temperatura adatta consente di fargli esaltare profumi e sapori. Per fare in modo che il esalti al meglio i sentori floreali e fruttati è necessario servirlo dentro un apposito calice e alla temperatura corretta. Senza l’osservanza questi accorgimenti anche il vino pregiato più importante o più costoso può risultare sgradevole.

La corretta temperatura di servizio

Gli spumanti vanno serviti ad una temperatura tra i 4 e i 6°C. Tra i vini con le bollicine più famosi ricordiamo lo Champagne, il Franciacorta, il Prosecco o qualsiasi tipo di vini che ha le bollicine.

I Vini Bianchi possono essere divisi in tre categorie:

  • Temperature tra 8-10°C Vini Bianchi giovani e freschi, che hanno un affinamento solo in acciaio che vanno bevuti nel giro di pochi mesi

  • Temperature tra 10-12°C Vini Bianchi più strutturati con affinamento più lungo e sentori più evoluti.

  • Temperature tra 12-14°C Vini Rosati che hanno un po’ le caratteristiche dei vini bianchi e rossi, soprattutto i sentori e i profumi dei bianchi e il corpo dei rossi. Questa via di mezzo fa si che vadano serviti ad una temperatura intermedia tra i vini bianchi e i vini rossi.

I Vini Rossi si dividono invece in due categorie:

  • Temperature tra 14-16°C Vini Rossi giovani. A questa temperatura è possibile apprezzare il sentore vinoso e le note floreali e di frutta fresca.

  • Temperature tra 16-18°C Vini Rossi da lungo invecchiamento, ovvero vini rossi evoluti, di grande struttura e tannicità, facendo risaltare non soltanto l’eleganza del vino, ma soprattutto i profumi terziari e la piacevolezza gustativa data dall’equilibrio delle parti morbide e dure del vino. Se dovessimo degustare questi tipi di vini a temperature si esalterebbero sentori fastidiosi, come l'eccesso di alcool, che coprirebbe i sentori di frutta matura o più speziati, che invece esaltano le caratteristiche peculiari di questi vini.

Bicchieri da vino professionali

Bianco, rosso o rosè? Per apprezzare un buon vino servono anche i bicchieri giusti!